Statuto

Statuto O.N.A.E. – Organizzazione Nazionale  Assaggiatori Enogastronomici

 

ART. 1 – Costituzione denominazione sede:L’associazione ha sede in Avezzano (AQ) cap 67051 in via Saragat 29  l’O.N.A.E. – Organizzazione Nazionale degli Assaggiatori enogastronomici, più brevemente e successivamente denominata in sigla O.N.A.E.
L’assemblea dell’O.N.A.E. potrà istituire e altresì modificare o sopprimere sedi e rappresentanze nel territorio nazionale ed all’estero.

ART. 2 – Finalità ed oggetto:L’associazione  non ha finalità di lucro ed  intende valorizzare tutte le eccellenze enogastronomiche e tipiche italiane includendo anche l’oggettistica e le realizzazioni in legno, ceramica e tutte le altre materie , favorendone la conoscenza e diffondendone  le qualità e la valenza storica e sociale che immancabilmente associano i prodotti ai territori di appartenenza .L’associazione intende impegnarsi per perseguire il proprio scopo sociale  avvalendosi della collaborazione di tutti i soci disponibili e al bisogno  di professionalità esterne mettendo in campo le seguenti attività:

a) Promuovere la formazione di assaggiatori di  tutti i prodotti enogastronomici italiani con lo scopo di promuovere il mangiar sano che distingue da secoli la storia   della nostra Nazione. Ad ogni corso O.N.A.E. rilascerà un attestato di partecipazione a certificazione dei moduli frequentati.
b) Perseguire il riconoscimento giuridico dell’Associazione e del titolo di assaggiatore a tutti gli effetti legali ;
c) di diffondere  le caratteristiche tipiche e di nicchia delle tante produzioni oggettistiche ed enogastronomiche dei Nostri territori ;
d) Valorizzazione dei prodotti locali e nazionali attraverso tutte le attività organizzative che possono essere messe in essere come ad esempio sagre, manifestazioni, fiere, mercatini cene promozionali convention nazionali   ecc…
e) Promuovere la professionalità degli associati presso gli organi della  comunità Europea ,dello Stato, delle Regioni, delle Camere di Commercio dei Gal delle DMC  e di altri Enti, nonché presso produttori industriali, commercianti ed organizzazioni di consumatori affinché nelle loro necessità facciano abituale ricorso all’opera degli assaggiatori iscritti all’organizzazione; f) Organizzare e promuovere lo sviluppo e la  vendita dei prodotti con la creazione di eventi promozionali che mettano in contatto la richiesta e l‘offerta e che sia da sprone come apripista per la creazione di nuovi canali di vendita per le attività di produzione e per i soci dell’associazione.g) La creazione di un marchio identificativo e di valorizzazione dei prodotti  italiani con una forte spinta pubblicitaria che darà il giusto slancio ai tanti produttori di qualità che necessitano di un supporto organizzato per far crescere il proprio prodotto.
h) Di costituire i presupposti per essere rappresentati negli organismi locali, regionali o nazionali che si occupano di produzioni enogastronomiche e di legame con il territorio e la storia;i) l’associazione si prefigge anche di porsi come strumento  attrattivo per lo scambio di esperienze per agevolare dibattiti e soprattutto come strumento di difesa delle qualità storico e culturali delle tante eccellenze italiane.ma allo stesso tempo cercherà di approfondire con ogni strumento a disposizione  l’influenza delle nuove culture presenti sul nostro territorio e come ciò potrà modificare i nostri cibi e le nostre tradizioni.A completamento dell’oggetto sociale l’Associazione potrà compiere, nei confronti di qualunque terzo, ogni atto idoneo alla costituzione, regolamentazione ed estinzione di rapporti direttamente o mediatamente connessi all’oggetto.

A titolo esemplificativo, l’Associazione potrà:
– stipulare contratti di locazione, nonché gestire immobili;
– partecipare in società, consorzi, associazioni, nelle forme e nei limiti consentiti;
– effettuare tutte le operazioni bancarie con gli istituti di credito.

ART. 3 – Soci:Possono essere soci dell’associazione tutti coloro che si riconoscono nello statuto ed intendono collaborare per il raggiungimento dei fini ivi indicati, siano essi persone singole o associate, in questo ultimo caso farà fede la domanda presentata dal legale rappresentante dell’associazione stessa allegata alla relativa delibera del suo consiglio direttivo o dell’assemblea. Le persone fisiche che chiedono di associarsi se non sono maggiorenni debbono farsi rappresentare da un genitore e comunque consegnare all’associazione un benestare scritto dei genitori alla partecipazione. Sono ammessi soci onorari. Sono soci onorari coloro che l’assemblea dei soci ritenga opportuno eleggere a vita in riconoscimento di particolari benemerenze. I soci onorari possono partecipare alle attività dell’associazione ma non ricoprono cariche sociali non hanno diritto di voto e sono esenti dal pagamento delle quote sociali

ART. 4 – Ammissione:Possono far parte dell’Associazione le persone fisiche che per attitudine o propensione o interessi culturali, possano concorrere al raggiungimento degli scopi statutari.
Per essere ammessi a far parte dell’associazione  gli aspiranti dovranno presentare domanda al Consiglio Direttivo che delibererà entro 90 giorni dalla ricezione della stessa.
L’eventuale diniego dovrà essere motivato e comunicato per iscritto all’interessato.
Gli associati sono tenuti a corrispondere all’Associazione una quota sociale, nonché i contributi ordinari e straordinari secondo tempi e modalità che verranno annualmente fissati dal Consiglio Direttivo.
All’associato che non adempia le obbligazioni assunte e/o contravvenga alle disposizioni dello statuto, il Consiglio Direttivo potrà revocare l’iscrizione.
I soci non assumono alcun impegno personale, finanziario e/o vincolo di solidarietà per le obbligazioni contratte dall’Organizzazione, delle quali esse risponde esclusivamente con il patrimonio sociale.
Le quote sociali e i contributi associativi sono intrasmissibili, non rivalutabili e comunque, in nessun caso, è previsto il diritto alla restituzione di somme a qualsiasi titolo, versate all’Associazione.

[…]

ART. 16 – Organizzazione territoriale dell’Associazione: Con lo scopo di facilitare il raggiungimento delle finalità statutarie, l’Associazione viene strutturata in delegazioni Regionali e Provinciali che per il territorio della Repubblica Italiana saranno coincidenti con i rispettivi limiti amministrativi, mentre per le delegazioni estere il criterio verrà disposto con apposito regolamento emanato dal Consiglio Direttivo.
Per la formazione delle Sezioni Provinciali è richiesto un numero minimo di dieci soci. Ogni Delegazione Provinciale è retta da un Delegato Provinciale, eletto a maggioranza semplice dall’assemblea dei soci della Provincia o nominato dal Presidente e dura in carica tre anni.
Le Delegazioni Regionali sono costituite dai Delegati Provinciali di ciascuna Regione. Ogni Delegazione Regionale è retta da un Delegato regionale eletto dai Delegati Provinciali che dura in carica tre anni.
Le predette Delegazioni Provinciali agiscono in collaborazione tra loro e con la Delegazione Regionale; questa, a sua volta, con gli organi nazionali dell’O.N.A.E., ai quali è tenuta a sottoporre, per l’approvazione esecutiva i programmi tecnico-finanziari annuali delle varie iniziative e manifestazioni indette nella circoscrizione territoriale di loro competenza.

[…]